x
Questo sito web utilizza i cookie di terze parti esclusivamente per raccogliere i dati di analisi. Se si continua la navigazione o chiudere questo avviso, si accetta il loro uso. Se desiderate fermare l'uso dei cookies potete farlo tramite il vostro browser
Accetto   -   Maggiori informazioni.
HOME   |   Tel. 0532 201365
           
  Musei \ MEIS - Museo dell'Ebraismo


Il Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (MEIS) è stato istituito a Ferrara in base alla legge 17 aprile 2003 n.91 (modificata dalla legge 296 del 27 dicembre 2006). La decisione riconosce e valorizza la eccezionale continuità della più che bimillenaria presenza ebraica nella Penisola.

Gli ebrei rappresentano un riferimento indispensabile per comprendere la storia e la civiltà italiane. Straordinario è stato l’apporto culturale arrecato dagli ebrei italiani tanto all’ebraismo nel suo insieme, quanto alla civiltà del nostro Paese. Nel corso dei secoli essi hanno contribuito a instaurare numerosi rapporti tra l’Italia, l’Europa e le altre sponde del Mediterraneo. Alla minoranza ebraica va perciò ascritta una preziosa funzione di collegamento tra culture e civiltà. Infine, vanno presi in considerazione i modi in cui, dall’esterno, si è guardato agli ebrei. In questo campo ci furono e ci sono scambi fecondi; tuttavia è anche attestata la presenza di un’ostilità di lunga durata sfociata negli avvenimenti estremi posti al centro del Novecento.

La Fondazione
La gestione del Museo è affidata ad una Fondazione costituita tra il Ministero per i Beni e le attività Culturali, il Comune di Ferrara, il CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea) e l’UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane).

Il luogo
Il sito individuato come sede del MEIS è costituito dall’ampio complesso delle ex carceri cittadine. L’edificio, inaugurato nel 1912, fu dismesso nel 1992. Attraverso qualificati interventi urbanistici e architettonici, si tratta ora di recuperare per la città un luogo di segregazione e di esclusione. In tal modo si renderà aperto e frequentato uno spazio di emarginazione (e in seguito di fatiscente abbandono) collocato in pieno centro urbano, a breve distanza dall’area dell’ex ghetto dove si trovano, tuttora, le storiche sinagoghe e altri importanti segni del celebre passato ebraico di Ferrara. .

Collaborazioni
Al fine di procedere all’attuazione del progetto museale, con la partecipazione del Ministero dei Beni culturali, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e degli Enti locali, si è costituita un’apposita Fondazione. La legge prevede inoltre la collaborazione scientifica del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC) di Milano.

 

LE NOSTRE PROPOSTE
Area Gruppi
Eventi
Cosa Vedere
Ferrara INFO
Ferrara LINK